Agisci ora

Consultazione pubblica sulla Direttiva Quadro Acque – La nostra risposta per sostenere al meglio gli ecosistemi acquatici e i benefici che offrono a natura, società ed economia

 

Background: la Commissione Europea ha avviato la sua consultazione online sulla Direttiva Quadro Acque  (WFD) il 17 settembre 2018 -  solamente in inglese. Dato il ritardo nel rendere le domande disponibili in tutte le lingue ufficiali (e quindi a tutti i cittadini dell'UE), abbiamo deciso di iniziare la nostra campagna di coinvolgimento pubblico rispondendo a due domande e di tradurre le risposte in tutte le lingue. Con queste risposte, tuttavia, ci occupiamo di tutti gli aspetti principali della revisione della WFD, indicando perché riteniamo che la legge sia idonea allo scopo e perché debba essere mantenuta.

Quando la Commissione metterà a disposizione le domande in tutte le lingue, forniremo una risposta a tutte le domande pertinenti, nel minor tempo possibile.

Nel frattempo, se desideri rispondere a più domande (in Inglese), puoi farlo partecipando direttamente alla consultazione online completa sul sito web della Commissione Europea. Sentiti libero di usare la seguente risposta alla domanda finale ("Commenti Aggiuntivi") come modello.

 

Risposta che verrà inviata alla Commissione Europea a tuo nome:

 

Risposta (parte I) (max 2000 caratteri):

Mi preoccupo dello stato attuale e futuro dei nostri ecosistemi acquatici e concordo con le associazioni per la protezione dell’ambiente secondo cui la WFD è adatta allo scopo, e ha assicurato tutela e miglioramento delle nostre acque, oltre a benefici sociali ed economici. Si prega di consultare la mia risposta nella quale viene spiegato in dettaglio il perché la WFD è efficace, efficiente, pertinente, coerente e di valore aggiunto, nella sezione “commenti” della Parte II della consultazione.

Come cittadino/a attento/a all'ambiente, sono contrario/a ad ogni manomissione della WFD e desidero vedere i suoi elevati standard confermati e raggiunti in tutta Europa. Attualmente gli Stati membri mostrano un insufficiente livello di ambizione nell'attuazione della WFD. Ciò è evidente dall’inadeguatezza di molti piani di gestione di bacino idrografico, dai programmi di misure scarsamente implementati e dai finanziamenti insufficienti per attuare misure di controllo, oltre che dall’uso eccessivo (ed improprio) di vari tipi di esenzioni previste dalla WFD. La WFD necessita della piena attuazione da parte degli Stati Membri e di un rafforzamento della sua applicazione da parte della Commissione Europea.

 

Domanda (parte II): Commenti aggiuntivi

 

Risposta: Riconosco l’importanza di mantenere la salute degli ecosistemi d'acqua dolce. Ho una certa familiarità con la WFD e sono d'accordo con le associazioni per la protezione dell’ambienteche è adatta allo scopo e che i suoi obiettivi ambiziosi sono giustificati:

- L'approccio definito nella WFD è appropriato per prevenire il deterioramento e migliorare la qualità degli ecosistemi acquatici e garantire un approvvigionamento affidabile di acqua pulita per tutti gli usi legittimi dell'acqua. La WFD ha portato all'adozione di leggi nazionali più severe sulla protezione delle acque, e l'azione a livello UE è giustificata anche perché gli ecosistemi acquatici non riconoscono confini nazionali. La WFD è sufficientemente flessibile da adattarsi alle valutazioni socioeconomiche, alle strutture di governance, alle preferenze e tradizioni culturali locali.

- La WFD è adatta per affrontare le diverse pressioni cui sono confrontate le acque dell'UE e le sfide sociali ed economiche connesse all'acqua (compresi i cambiamenti climatici e i nuovi sviluppi tecnologici come il fracking). Descrivere la salute dell'ecosistema con il principio "one-out-all-out" della WFD è strategico, così come l’adozione di adeguati prezzi per l'acqua in linea con il principio "chi inquina/usa paga".

- Laddove correttamente attuata, la WFD si è dimostrata efficace nella protezione e nel ripristino degli ecosistemi acquatici. L'attuale cattivo stato delle acque dell'UE è causato dall’insufficiente ambizione e volontà politica del mio Governo di affrontare le principali pressioni sulle nostre acque; NON è il risultato delle disposizioni legali e dell'approccio alla gestione delle risorse idriche della WFD.

- Oltre a proteggere la natura, la WFD ha apportato benefici economici e sociali (ad es. riduzione dei costi per il trattamento dell'acqua, e ridotte perdite economiche dovute a siccità e alluvioni, benefici per la salute) rispetto a quanto sarebbe avvenuto senza la Direttiva.

- La WFD è coerente con il resto della legislazione ambientale UE e sostiene gli obiettivi relativi allo sviluppo economico dell'UE. Tuttavia, il raggiungimento degli obiettivi della WFD è stato significativamente indebolito da pratiche insostenibili promosse nell'ambito delle politiche settoriali dell'UE (in particolare agricoltura, energia, trasporti).

Invito la Commissione e gli Stati Membri a non manomettere e indebolire la WFD, ma ad implementarla e attuarla meglio, integrando gli obiettivi di protezione delle acque in altre politiche settoriali (in particolare agricoltura, energia, trasporti, gestione del rischio di alluvioni).

Partecipa

 
Accetto l'Informativa sulla Privacy*
Accetto le condizioni dell'Informativa sulla Privacy di cui sopra. I miei dati verranno archiviati per la durata di questa campagna. Sono consapevole che i miei dati saranno trasferiti e gestiti dalla Commissione Europea per la consultazione pubblica. Consento alla Commissione Europea di pubblicare la mia risposta in modo anonimo.
Leggi le risposte che verranno inviate alla Commissione Europea a tuo nome 
Si prega di compilare tutti i campi 
Si prega di verificare l'indirizzo email
Hai già partecipato
Si prega di accettare le condizioni dell'Informativa sulla Privacy
Oops, qualcosa è andato storto. Ricarica la pagina o riprova più tardi.
*campo obbligatorio
 
139.400 persone hanno già espresso la loro opinione. Aiutaci a raggiungerne 200.000!

Triplica il tuo impatto! 

Grazie per aver partecipato a questa campagna per difendere le nostre acque!

Aiutaci a diffondere questa campagna.

Chiedi ai tuoi amici di partecipare.
PS: Ricordati di controllare la tua casella di posta elettronica e di confermare la tua iscrizione alla newsletter.